Albicocche sciroppate, la ricetta tradizionale - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Albicocche sciroppate, la ricetta tradizionale

Posted by

Le albicocche sciroppate richiamano subito il colore del sole e la freschezza della bella stagione. Di sicuro, poi, rappresentano una delle conserve di frutta fresca più utilizzate nella nostra cucina. Fin da bambini, con il loro sapore tra il dolce e l’acidulo ci hanno accompagnato e hanno segnato i nostri ricordi.

 

albicocca

 

Le nostre mamme e, ancor di più, le nonne le tiravano fuori dalla dispensa e ce ne davano per accompagnare un gelato alla crema a merenda, un semplice yogurt a colazione o per farcire torte e biscotti nelle grandi occasioni.

 

Gli ingredienti delle albicocche sciroppate

1 kg di albicocche mature, 800 g di acqua, 400 g di zucchero, 1 limone e qualche foglia di menta

 

Come preparare le albicocche sciroppate
La prima cosa da fare è preparare innanzitutto lo sciroppo: in una casseruola portiamo ad ebollizione l’acqua con lo zucchero, la menta e la scorza di limone. Nel frattempo, però, laviamo le albicocche, eliminiamo il picciolo e trasferiamole in una casseruola dove sta bollendo abbondante acqua tenendole sul fuoco per un paio di minuti. Dopodiché scoliamole e tagliamole a metà avendo cura di denocciolarle. Sistemiamole in vasetti di vetro sterilizzati che vanno chiusi ermeticamente. Versiamo sulle albicocche lo sciroppo con un imbuto rivestito con una garza e ricopriamo per bene. Chiudiamo i barattoli e mettiamoli in una casseruola disponendo attorno alcuni strofinacci. Riempiamo di acqua e portiamo a bollore. Lasciamo bollire una mezz’ora, quindi facciamo raffreddare all’interno della pentola. Poi asciughiamo i barattoli controllando che si sia formato il sottovuoto. Conserviamo le albicocche sciroppate in un luogo fresco, asciutto e buio almeno per un mese prima di consumarle.

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi