Arachidi, i semini del benessere - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Arachidi, i semini del benessere

Posted by

Di arachidi ne mangiamo tante, ma pochi conoscono le virtù salutari. Fonte di vitamine e sali minerali, ottimi per la salute della pelle e del sistema nervoso, le arachidi o, se volete, le noccioline americane, sono semi molto proteici e ci garantiscono un buon apporto di fibre ed antiossidanti naturali.

 

frutta_secca

 

Poiché vantano un’ottima concentrazione di acido folico, stimolano la fertilità e sono fondamentali durante la gravidanza. E, grazie al coenzima Q10, sono un valido aiuto per chi soffre di mal di testa. Le arachidi vanno consumate con moderazione visto l’elevato apporto calorico, considerando anche che vengono commercializzate con l’aggiunta di sale. E non dimentichiamo che sono un alimento molto calorico (circa 600 calorie ogni 100 grammi). Consumiamole, quindi, ma in piccole dosi.

 

Come coltivare le arachidi a casa

Le arachidi sono legumi originari del Sud America e hanno fiori molto piccoli e di colore giallo, simili a quelli della ginestra. Le arachidi possono essere coltivati anche a casa: da un baccello essiccato (non tostato) ricaviamo i due semini e li mettiamo in un vaso un paio di centimetri sotto terra. Una volta cresciuta la piantina non dobbiamo fare altro che osservare i primi fiori gialli che spuntano: è indice che il legume presente sotto terra è quasi pronto. Se all’interno si sono formate le noccioline, raccogliamo i baccelli e lasciamoli al sole per una giornata intera. Dopodiché cuociamoli in forno a 160 gradi per una quindicina di minuti circa con la funzione “ventilato” o anche in padella per una mezz’oretta circa facendoli saltare ogni cinque minuti ma in questo caso dovranno essere già sbucciati. A fine cottura, aggiungete un pizzico di sale. E voilà, ecco un aperitivo simpatico da gustare in compagnia di amici o un intelligente spezzafame.

 

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi