Cereali, linea ed intestino a posto - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Cereali, linea ed intestino a posto

Posted by

I benefici dei cereali, utili nelle diete perché stimolano il metabolismo, gustosi, ricchi di fibre per cui aiutano anche l’intestino ed ottimi a colazione.

 

riso

 

Dei cereali si parla spesso in negativo: li si etichetta come cibi da abolire e li si accusa di arrecare danni alla linea ad ogni età. Sfatiamo però questo falso mito. Se è vero che in tutte le diete la lotta contro questi chiacchierati alimenti è sempre più o meno dichiarata, è innegabile che rappresentino una parte fondamentale della nostra alimentazione, sia per il piacere del palato che per la salute dell’organismo. In realtà, possiamo contare su una vasta scelta di prodotti dagli effetti davvero benefici.

I benefici dei cereali: riso integrale 

Praticamente senza sale, il riso contiene un’abbondante dose di sali minerali e fibre. Ed è da preferire a quello bianco mangiandolo a colazione perché risveglierà il metabolismo e non vi farà prendere dai morsi della fame fino all’ora di pranzo.

Quinoa 

Arriva dal Sudamerica ed è una varietà di grano che contiene circa il doppio delle proteine rispetto al riso integrale; in più la quinoa assicura un basso impatto glicemico. Il suo sapore è semplice: dalla colazione alla cena, non si contano i modi e le ricette per prepararla e mantiene sazi per tutto il giorno.

Muesli 

È un mix di fibre e proteine composto da fiocchi d’avena, frutta secca e noci. Vitamine e minerali rendono il muesli un pasto ideale soprattutto dopo l’attività sportiva, ma è perfetto anche a colazione per favorire il transito intestinale.

Avena 

L’avena può essere consumata in fiocchi o al naturale: nel primo caso ci vogliono pochi minuti per cucinarla, nel secondo occorre una mezz’oretta. Occhio però a che preferire sempre quelli al naturale o al massimo zuccherateli voi aggiungendoli alla macedonia.

 

yogurt2

 

Granola 

Molto simile al muesli, la granola è invece è un mix tostato di frutta disidratata e secca con cereali che si può gustare con il latte, con lo yogurt oppure anche da sola. Bene a colazione o come dessert.

Orzo perlato 

Non è solo per le zuppe. L’orzo perlato è ricco di fibre e a colazione blocca l’aumento degli zuccheri nel sangue del 44% a pranzo e del 14% a cena. E più bassi saranno i picchi glicemici, più stabili saranno i livelli d’energia e della fame. Provatelo aggiungendo noci e miele.

Teff 

E’ uno dei cereali più piccoli al mondo ed uno dei migliori senza glutine: ecco perché il teff lo rende ideale per chi soffre di celiachia. La sua farina è ideale per realizzare pane, pizza, cracker, muffin, pancakes, budini e tanti altri dolci.

Kamut 

Cugino del più comune frumento, il kamut rappresenta l’alternativa preferita al riso integrale. Ha elevati livelli di acidi grassi e contiene fino al 40% in più di proteine rispetto al grano. Da consumare o in insalate o lessato e condito a piacere.

Grano saraceno 

E’ un seme della stessa famiglia del rabarbaro e dell’acetosa ed è un concentrato di nutrienti: il grano saraceno è disponibile tutto l’anno, può essere consumato in alternativa al riso. E come questo si cucina per cui è da provare all’insalata, nei risotti o nelle zuppe.

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi