Cibo&prodotti: il meglio lo trovi in Italia - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Cibo&prodotti: il meglio lo trovi in Italia

Posted by

Cari lettori…

Ieri abbiamo fatto silenzio! E c’è un motivo. Serio. La linea che seguiamo è precisa. Non ci lasciamo minimamente snaturare o tantomeno condizionare da ciò che accade. Il coronavirus, ed è un termine che troverete solo in questo editoriale, non ci ferma. Siamo consapevoli di essere chiamati ad affrontare un’emergenza nuova, sconosciuta, di cui sappiamo solo la parola inizio. E non la fine, purtroppo. Allora non ci resta che continuare ad essere noi stessi. Ma col cervello acceso. Continuiamo a parlare di gusto e benessere, ma con una rinnovata attenzione, perché è nostra abitudine farlo da sempre, ai prodotti e alle ricette della nostra penisola. Dalle Alpi alla Sicilia. Siamo italiani e siamo fieri di esserlo. Oggi più che mai.

 

Ci schieriamo? Si. Ci schieriamo anche noi! Al fianco del nostro tricolore e di ciò che rappresenta per noi e per le generazioni future. La strategia editoriale di Pianeta Gourmet è inequivocabile. Valorizzare l’Italia e i suoi prodotti, tipici ed eccezionali. E le sue ricette. I suoi sacrifici. Le sue grandi #tradizioni e le sue unicità. Insomma tutto ciò che di buono e bello esprime il madeinitaly. Non solo sul territorio nazionale, ma nel mondo. Eh sì. Proprio nel mondo. Dove si è tentato di gettare fango su ciò che siamo, su ciò che produciamo e su ciò che esportiamo. E allora noi diamo voce al cibo italiano. Con una certosina pazienza per esaltare e valorizzare il nostro valore massimo. L’Italianità. Con la “i” maiuscola. Daremo spazio sulle nostre pagine ad una rubrica che tratterà del cibo e dei prodotti di eccellenza, regione per regione. Perché crediamo che è indispensabile fare sistema, restare uniti e connettersi. Non fisicamente. Ma solo attraverso il web. Fare network si deve e si può. E anche noi facciamo la nostra parte. Perché riteniamo fondamentale mettere in campo un processo di comunicazione del sistema paese.

 

La sfida della nuova competitività si vince facendo leva sui punti forza e sulle tipicità che abbiamo. Sulle nostre aziende. Sulla tracciabilità. Sull’origine. Sui prodotti a chilometrozero. Sui marchiditutela. Acquistiamo i prodotti italiani perché dobbiamo essere i primi ad autosostenerci. I nostri sistemi di produzione, per fortuna spesso artigianali, vanno protetti e supportati.

 

E trasformiamo il coronavirus in una opportunità. Grande. Anzi, enorme. Ma come fare? Rivalutando tutte le possibilità che abbiamo a disposizione per trascorrere tempo in modo sano. E che tutelano quindi il nostro benessere e il nostro starbene. E ci concediamo anche una licenza dalla grammatica e dall’ortografia.

 

La nostra salute la riconquistiamo a tavola.

 

Restiamo a casa e dedichiamoci a hobbies intelligenti. Impieghiamo il nostro tempo a cucinare, a riscoprire le nostre tradizioni, il valore della lentezza e della famiglia. E ne usciremo di sicuro un po’ migliori. Magari il meraviglioso rituale della #spesa ci risulterà meno divertente. Ma se non ci possiamo concentrare sulla ricerca dei prodotti italiani con la solita nostra calma, via libera alla fantasia. La trasformazione ai fornelli non ce la sottrae nessuno. Anzi. Studiamoci qualche procedimento più elaborato, magari più lento. Approfondiamo una tecnica di cottura che non abbiamo mai potuto sperimentare. Usiamo quella pentola che custodiamo inutilizzata nella credenza. E ridiamo valore alle piccole cose, ai gesti semplici e alla spontaneità. Ritroviamo gli affetti sinceri, riappropriamoci del calore e della protezione del nostro nido. Una buona lettura con la nostra musica preferita di sottofondo, un bicchiere di vino italiano, la fiamma del camino, la cucina. Il nostro focolare domestico è qui. Dedichiamoci a noi stessi, ad un bagno caldo e rilassante, a prepararci una tisana fumante, a sistemare quell’album di vecchie foto che sta riposto alla rinfusa nel cassetto, eliminiamo il superfluo dagli armadi, riprendiamo in mano qualche progetto da consegnare. E la lista, mi aspetto, che la continuiate voi a casa vostra… tenendo sempre ben presente queste quattro semplicissime regole sanitarie.

 

corona_virus

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi