Dieta del gelato, l'ideale per l’estate - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Dieta del gelato, l’ideale per l’estate

Posted by

Dieta del gelato… una soluzione gustosa per combattere il caldo e restare in forma. In particolare in estate sfoderare un fisico da sballo è un imperativo, soprattutto se si lavora sodo e si mangia spesso fuori casa. Ma cos’è questa fantomatica dieta del gelato?

 

gelato10

 

La dieta del gelato è un toccasana in estate. Ne abbiamo provate tante ma questa ci mancava proprio. E allora ecco i consigli di Pianeta Gourmet per restare leggeri e soprattutto combattere l’afa e quel senso di stanchezza che ci impigrisce. E poi il gelato è un alimento completo che apporta nel nostro regime alimentare grassi, proteine (del latte e delle uova), vitamine (soprattutto la A e la B2), zuccheri, fosforo e calcio. Non dimentichiamo neppure che il gelato è un ottimo sostituto del pranzo e regala momenti di pura estasi.

 

Come funziona la dieta del gelato

La dieta del gelato prevede appunto il gelato come sostituto del pranzo. Cioè un apporto calorico giornaliero totale di circa 1200/1300 kilocalorie. A cena, invece, reintegriamo i sani carboidrati e verdure. Il nostro fisico ci ringrazierà.

 

colazione

 

Come fare la dieta del gelato

Partiamo dal mattino. La dieta del gelato prevede una colazione leggera con succo di frutta, thé, latte freddo o yogurt e qualche cereale. Per lo spuntino optiamo per frutta fresca o succo di frutta. A pranzo, invece, spunta immancabile mister gelato. Arrivati a metà pomeriggio, poi, yogurt o frutta e a cena per placare i morsi della fame. E quando cala il sole, dedichiamoci un bel piatto di pasta o anche di riso condito come più ci piace. Per secondo, carne o pesce e un ricco contorno di verdure.

 

Quanto dura la dieta del gelato

La dieta del gelato consigliata dai nutrizionisti, per quello che ho letto io, si segue solitamente per una settimana, al massimo due. Ma quale gelato preferire? Ricordiamo che per 100 grammi di gelato alla crema mangeremo tra le 230 e le 280 kilocalorie, mentre la stessa quantità alla frutta ce ne farà mangiare circa 130.

 

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi