Dimagrire per l’estate, ecco i consigli e la dieta - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Dimagrire per l’estate, ecco i consigli e la dieta

Posted by

Dimagrire per l’estate fa rima con prova costume e, purtroppo, con i soliti problemi di linea. Arriva finalmente la stagione del sole e del mare ma occorrono suggerimenti e consigli per tornare in forma che possono renderci la vita più facile e farci sentire più belle cominciando subito. Innanzitutto facciamo un po’ di sana attività fisica dedicandoci almeno una passeggiata di mezz’ora al giorno e seguiamo una dieta ipocalorica. Certo, tutti sappiamo che si tratta di un regime alimentare per dimagrire smaltendo i chili di troppo accumulati tra bagordi ed eccessi durante i mesi appena passati e che è una dieta povera di calorie, ma vediamo in concreto in cosa consiste. Ecco i semplici accorgimenti di Pianeta Gourmet che possiamo mettere in pratica senza sacrifici impossibili per sfoggiare un fisico da sballo in poco tempo.

 

Cosa mangiare per dimagrire

Quanta pasta mangiare?  Solo due volte a settimana oltre la domenica ma solo a pranzo, ad esempio il martedì (o il lunedì) ed il giovedì. Quanto all’altro terribile nemico, il tanto discusso pane, consumiamolo solo a mezzogiorno e nei giorni in cui non è prevista la pasta facendo attenzione che il quantitativo massimo non superi i 50 grammi. Si ovviamente al “giorno libero”: il sabato sera va benissimo la pizza ma a pranzo ci dobbiamo accontentare solo un secondo ed un contorno. Il capitolo alcolici e superalcolici merita un cenno a parte: ahinoi, vanno evitati così come le bevande zuccherine insieme a dolci, gelati e cioccolato. Occhio poi alla frutta: poche banane, fichi, cachi, frutta secca e frutta sciroppata così come ai condimenti che devono essere ridotti e, possibilmente, divieto assoluto per il sale. Preferiamo aceto, limone, erbe aromatiche e spezie per arricchire il sapore dei piatti. Un suggerimento fondamentale è quello di non dimenticare mai gli spuntini sia a metà mattinata che a metà pomeriggio: nel caso della frutta, mangiamola dopo almeno due ore dai pasti principali. Altro consiglio è quello di bere almeno 2 litri d’acqua al giorno per evitare la ritenzione idrica e garantire il corretto funzionamento dell’intestino.

 

natale_dieta0

 

Un esempio di dieta ipocalorica

La colazione ipocalorica

Caffè, tè, te verde oppure orzo (con un solo cucchiaino di zucchero) con 2 fette biscottate integrali oppure latte scremato (con un solo cucchiaino di zucchero) con 2 fette biscottate integrali oppure 1 vasetto di yogurt magro con 2 fette biscottate integrali oppure spremuta di arance (100 grammi) con 2 fette biscottate integrali oppure 1 frutto di stagione

Gli spuntini ipocalorici

1 vasetto di yogurt magro oppure 1 pacchetto di crackers integrali oppure 1 frutto di stagione

Lunedì, mercoledì e venerdì

Pranzo ipocalorico: 60 g di legumi, 100 g di carne o pesce, 150 g di contorno e 50 g di pane integrale

Cena ipocalorica: 100 g di pesce o carne, 120 g di contorno e 50 g di pane integrale

Martedì, giovedì e sabato

Pranzo ipocalorico: 60 g di pasta o riso, 70/80 g di carne o pesce e 100 g di contorno

Cena ipocalorica: 100 g di pesce o carne, 100 g di contorno e 50 g di pane integrale

Sabato

Pranzo ipocalorico: 120 g di pesce o carne, 150 g di contorno e 50 g di pane integrale

Cena ipocalorica: pizza (senza olio né formaggio) e 1 bicchiere di coca cola light o zero

Domenica

Pranzo libero

Cena ipocalorica: 100 g di pesce o carne, 100 g di contorno e 50 g di pane integrale

 

 

more1

 

L’elenco degli alimenti dimagranti

 

Primi piatti: pasta, riso, pasta integrale o riso integrale

Legumi: lenticchie, ceci, fagioli, piselli o fave

Secondi di carne: coniglio, pollo, tacchino (anche fesa), bresaola e prosciutto crudo (senza grasso), vitello, manzo, maiale, agnello o capretto

Secondi di pesce: baccalà, salmone, alici, spigola, dentice, spigola, orata, merluzzo, cefalo, triglie, cernia o tonno in scatola (meglio se al naturale)

Altri secondi piatti: uova o formaggi magri (una sola volta a settimana)

Consumiamo sempre verdure ed ortaggi di stagione, i legumi preferibilmente secchi e beviamo due litri d acqua al giorno

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi