Food therapy, il cibo cura corpo e mente - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Food therapy, il cibo cura corpo e mente

Posted by

Food therapy. L’abbiamo sentita nominare la food therapy. Sappiamo che ha a che fare col cibo e col benessere. Arriva dalla Cina e noi pratichiamola per ritrovare l’armonia tra corpo e mente.

 

pesceee

 

Allontaneremo anche il rischio di patologie gravi. Ma come seguire la food therapy? Se è vero che i cibi che mangiamo ci aiutano a stare in salute, allora scegliamo gli alimenti in base alla nostra costituzione fisica, al tenore di vita che abbiamo e alle necessità o carenze del nostro organismo. E mangiamo rispettando dosi e tempi giusti.

 

I sapori del nostro benessere

Per la tradizione cinese ogni sostanza è catalogabile in base all’impatto con un organismo vivente e quindi possiamo curare gli squilibri di cui soffriamo con il cibo in base alle carenze o bisogni del nostro corpo. Ed è il sapore a potenziare l’influsso che un alimento ha sul nostro equilibrio psico-fisico perché non è considerato solo una sensazione soggettiva ma indica l’azione che esso esplica nell’impatto con l’organismo. Sono cinque i sapori conosciuti dal al IV secolo a.C., ognuno collegato ad un organo del nostro corpo: amaro (cuore), dolce (milza), acido (fegato), salato (reni) e piccante (polmoni). I cibi amari hanno l’effetto di far scendere l’energia ed (è il caso del rabarbaro); eliminare le tossine; quelli dolci (miele, cereali e latticini) sono tonificanti, aiutano in casi di deficienze del quoziente intellettivo e neutralizzano la tossicità. I prodotti acidi (limoni, pomodori e ananas) sono astringenti e rinfrescanti; i salati (alghe e miglio) sono, oltre che rinfrescanti, purganti; infine i piccanti (senape, cipolle ed aglio) favoriscono la circolazione, sciolgono il catarro e aiutano in molte condizioni respiratorie.

 

caffe

 

I cibi consigliati nella food therapy 

Verdure

Ricche di vitamine che sono ottime per avere un sistema immunitario forte e di antiossidanti, responsabili della rigenerazione delle cellule, le verdure consigliate nella food therapy sono il kiwi che abbassa il glucosio prevenendo così il diabete; il cavolo che diminuisce il colesterolo e aiuta a disintossicarsi; il finocchio che facilita la digestione; le carote che sono un toccasana per vista e pelle; il limone che è un ottimo rimedio per diminuire il colesterolo cattivo e aumentare quello buono; il pomodoro che previene le malattie cardiocascolari e i cereali che regolarizzano la flora intestinale e contrastare il diabete.

 

Carne e pesce

Bianca, nera o rossa? Povere di calorie e grassi, la carne bianca (tacchino, pollo o coniglio) e la nera (proveniente dalla selvaggina) sono facilmente digeribili, mentre la rossa rinforza le carenze di ferro nel sangue. Il pesce, invece, contiene molte proteine che assicurano energia, buona capacità di coagulazione del sangue e rigenerazione dei tessuti ed omega 3 che prevengono le patologie cardiovascolari, i deficit visivi e migliorano le prestazioni psichiche.

 

Bevande

Anche vino e caffè sono alimenti consigliati dalla food therapy. Il vino per le sue proprietà antitrombotiche e i benefici che apporta al cuore, il caffè perché ha capacità drenanti e stimolanti.

 

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi