Frittata di patate, la ricetta estiva - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Frittata di patate, la ricetta estiva

Posted by

La frittata di patate è un secondo semplice, genuino e molto veloce e facile da preparare, ma può essere tranquillamente servito come piatto unico. In estate, poi, è un jolly da abbinare ad un contorno di verdure per consumare i nutrienti necessari tra carboidrati, proteine e ortaggi. Ecco perché ve la proponiamo nella versione leggera, vale a dire al forno. Va benissimo come antipasto, magari come finger food oppure accompagnato da un’insalata fresca o verdure miste. Nella ricetta base vengono utilizzate patate, uova, sale, pepe e parmigiano, ma può essere arricchita come più vi piace, ad esempio con cipolle o formaggio e una spruzzata di prezzemolo.

 

patata2

 

Gli ingredienti della frittata di patate al forno per 6 persone

6 uova, 500 g di patate,100 g di parmigiano, olio extravergine di oliva, sale e pepe

 

Il procedimento della frittata di patate

Pelate innanzitutto le patate, tagliatele a fette spesse di circa un centimetro e sbollentatele per 10 minuti all’interno di una pentola con acqua bollente e salata, quindi lasciatele raffreddare e tagliatele a cubetti. Nel frattempo, sbattete le uova in una ciotola capiente ed unite un pizzico di sale, pepe, parmigiano grattugiato ed eventualmente prezzemolo. Inserite a questo punto le patate tiepide e mescolate con cura il tutto. Per realizzare la versione estiva della frittata di patate, versate il composto in uno stampo, magari rivestito con carta da forno e cuocete in forno ben caldo a 180° C per circa 30 minuti nella parte media; quindi, quando la frittata si è solidificata, alzate la temperatura a 200° C ed azionate il grill lasciando  abbrustolire per 5 minuti sul ripiano più alto.

Per chi volesse invece dilettarsi con la variante classica, basta far scaldare l’olio in una padella antiaderente e, raggiunta la temperatura desiderata, versare il composto lasciando cuocere su un lato per una decina di minuti a fuoco medio e con un coperchio. Di tanto in tanto la padella va mossa per evitare che il composto si attacchi al fondo e girata con l’aiuto del coperchio facendo dorare per altrettanto tempo anche sull’altro lato. A cottura ultimata, si trasferisce su carta da cucina per eliminare l’olio in eccesso e si sistema su un piatto da portata servendo fredda o tiepida.

 

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi