Valle d'Aosta, il caffè alla valdostana - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Valle d’Aosta, il caffè alla valdostana

Posted by

Valle d’Aosta, il caffè alla valdostana. C’è un rituale meraviglioso da condividere all’insegna della complicità tra amici e parenti, specialmente in quelle serate di freddo scandite dalla pioggia per vivere un momento rilassante e diverso dal solito.

 

caffe

 

Il caffè alla valdostana è un ottimo modo per stare sul divano e sorseggiare una bevanda calda. È una bevanda della tradizione valdostana, semplice da preparare e alcolica, per questo perfetta per affrontare le temperature basse. Diffusasi fin dal Settecento, il caffè alla valdostana rappresenta un vero e proprio rito sociale ed, infatti, per tradizione si beve dalla coppa dell’amicizia, fatta in legno e con vari beccucci da cui bere. Si fa girare tra gli invitati ed ognuno beve da un beccuccio, condividendo il caffè.

 

Gli ingredienti del caffè alla valdostana per 4 persone

4 tazzine di caffè, 2 tazzine di grappa, 8 cucchiaini di zucchero, scorzette di limone e d’arancio

 

Come preparare il caffè alla valdostana

La prima cosa da fare è versare nella tipica coppa dell’amicizia valdostana, il caffé, lungo e bollente, meglio se preparato per infusione diretta e non espresso. Aggiungiamo lo zucchero e le scorze d’arancio e di limone. Un’accortezza che dobbiamo osservare con cura è di cospargere l’orlo della coppa con zucchero, bagnarlo con la grappa versando il resto dello dolcificate nel caffé. Appicchiamo il fuoco al liquido girando con un cucchiaio e lasciando bruciare fino a quando lo zucchero sul bordo non sia caramellato. I commensali berranno, una volta spenta la fiamma con il coperchio, uno dopo l’altro e in senso antiorario, dai diversi beccucci della coppa. Qualcuno aggiunge anche liquore alle erbe e cannella (in stecca o in polvere), cognac e genepì, ma questi sono solo alcuni degli ingredienti che si possono aggiungere per arricchire il nostro caffè alla valdostana.

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi