Idee nuove per i primi di Natale - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Idee nuove per i primi di Natale

Posted by

Siamo alla ricerca di idee nuove per i primi di Natale? Sì. Restando fedeli ai nostri rituali culinari mi piace proporvi qualche alternativa al consueto pranzo del 25 dicembre.

 

pasta_funghi

 

Senza stravolgere le usanze che declinano, tra i primi di Natale, solitamente lasagne, cannelloni, ravioli, crespelle e risotti. Quindi, seppure la tradizione sbanca sulle nostre tavole addobbate a festa, a ben vedere possiamo rendere il pranzo di Natale più originale con piccole varianti e accorgimenti. C’è sì chi punta sui classici al forno, ma c’è chi osa volentieri invertire la rotta e sperimentare qualche ricetta nuova.

 

Natale, i primi piatti dell’innovazione

La verità è una sola. Sulla tavola di Natale abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. Amiamo le lasagne? Allora inventiamoci il ripieno con strati di baccalà mantecato al latte. Un’altra gradita sorpresa è l’abbinamento con salmone in crosta al profumo di zafferano, con radicchio, fonduta di grana e lardo o con gamberi e carciofi. E se proprio non riusciamo a rinunciare ai cannelloni proviamoli ripieni di taleggio e porrinella versione alle erbe o con zucca e formaggio di capra. Il nostro diktat è il ragù? E allora via libera a primi di Natale a base di questa succulenta e irrinunciabile bontà tutta campana giocando sulle trafile fatte in casa con farine di eccellente qualità. Il profumo che inonderà la nostra cucina sarà inconfondibile e tutti si leccheranno i baffi.

 

Primi di Natale, la presentazione dei piatti

Altra tappa obbligata è l’impiattamento. Per portare a tavola piatti scenografici ed eleganti curiamone la presentazione ma la scelta della materia prima che scegliamo è fondamentale. L’importante è assecondare la fantasia e lasciarsi guidare sempre dalla pazienza, virtù che ai fornelli non deve mai mancare insieme alla voglia di sperimentare. Semplicità, poi, è un’altra parola d’ordine che non dobbiamo mai dimenticare. Ecco quindi una ricetta alternativa ai primi di Natale (le crepes ripiene) che, vi assicuriamo, vi farà fare un figurone. Trasformeremo il nostro Natale in un’esperienza culinaria che arricchirà il bagaglio dei nostri ricordi familiari rendendo felici adulti e bambini.

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi