Il gusto del mare allo stato puro - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Il gusto del mare allo stato puro

Posted by

Il gusto del mare allo stato puro. Potrebbe essere questo il sottotitolo della storia che stiamo per raccontarvi. Ma correremmo il rischio di apparire riduttivi. E allora ci dobbiamo soffermare anche sulla freschezza della materia prima che arriva prevalentemente dal Cilento, la cura del cliente che è seguito con professionalità e cortesia non comuni, lo stesso chef che da oltre venti anni è complice delle stesse avventure e la voglia di valorizzare la terra della loro infanzia. Eccovi svelati, in estrema sintesi, i punti di forza che scandiscono la filosofia della ristorazione messa a punto, in decenni di lavoro e sacrifici, dai fratelli Enzo e Fabio Esposito.

 

porto_acciaroli

Il porto di Acciaroli

Il mare prima di tutto, dicevamo. Poi il territorio. L’accoglienza. La capacità di farvi sentire subito a casa. I due da una vita sono legati ad Acciaroli. Fin da quando, ancora in fasce, venivano qui a trascorrere le vacanze estive da Portici. Col tempo il legame con questo luogo si fortifica a tal punto da rappresentare non solo la loro fanciullezza ma anche il loro futuro. Certo, la ristorazione di qualità da sempre è nelle loro corde dal momento che l’educazione familiare è stata costantemente rivolta al “buono”. E di “buono” il Cilento ha tantissime sfaccettature. In termini di produzioni di eccellenza da esaltare, tradizioni da celebrare, luoghi da scoprire, usanze da tramandare, rituali da custodire. Così, è stato naturale per entrambi pensare di intraprendere questa strada e trasformarla in una sfida imprenditoriale avvincente. Acciaroli, in ogni caso, è solo il punto di partenza. Difficile ipotizzare quello di arrivo visti i nuovi progetti che stanno per concretizzarsi. Tutto nasce sul porto del borgo più esteso del comune di Pollica dove i pescatori, ieri come oggi, guadagnano bottini ghiotti portati a tavola quasi in tempo reale accanto al calore che percepiamo appena facciamo tappa a Il Veliero, la “mamma” di tutte le creature dei fratelli Esposito che, orgogliosamente, presidiano la banchina.

 

La storia di questa famiglia comincia da lontano. Esattamente dal 1995, quando viene inaugurata la prima esperienza enogastronomica che predilige prodotti di una qualità superlativa. Il Borgo è una birreria e braceria storica del centro costiero, tuttora punto di riferimento anche per gli amanti della pizza e si trova a pochi metri da Il Veliero, un ristorante che ha aperto i battenti nel 2010. Il panorama obbliga al relax: barche colorate attraccate a pochi metri, le reti che sanno di salsedine, il gioco delle onde, i ritmi lenti dei pescatori. Il mare è il protagonista assoluto che a tavola arriva prepotente con profumi e sapori del pescato cilentano che restano impressi nella memoria. Nel frattempo, a partire dal 2000 e per ben sei anni Enzo e Fabio investono in due trattorie di pesce, il Deseo sulla spiaggia di San Nicola a Mare a Montecorice e La Piazzetta sempre ad Acciaroli. È esattamente qui che la strada dei due imprenditori si arricchisce di Luigi Iapigio (non fatevi sentire da Gigi, però, che ama farsi chiamare così dagli amici), uno chef che sposa subito la filosofia dei fratelli Esposito e diventa un valore aggiunto insostituibile (e che molto raramente riscontriamo altrove) per la traversata nell’universo della ristorazione costruita da quel punto in avanti fianco a fianco. Sempre nel 2010 ha inizio una nuova avventura, l’Iris, un cocktail bar diventato in poco tempo luogo di ritrovo di spicco del by night di Acciaroli insieme alla discoteca Blue Moon di Ogliastro Marina, vera pietra miliare del divertimento cilentano il cui battesimo è datato 2001. L’idea di portare un po’ della loro amatissima terra in città li fa sbarcare a Salerno. Arriviamo al 2017 ed è la volta di Pescheria. I fratelli Esposito aprono insieme all’esperto maître Guido Guariglia un ristorante unico nel suo genere che fa, come sempre, del pescato cilentano di prima scelta e di un’accuratissima selezione di vini curata dal sommelier Isidoro Menduto giustamente motivo di vanto. L’anno dopo, il già collaudato team a cui si unisce anche Marco Guariglia incontra il pizzaiolo Giuseppe Pignalosa e danno anima all’omonima pizzeria, modello inimitato in città e non solo. Nel 2020 fa il debutto sulla piazza salernitana Osteria di Pescheria. Il mare qui, grazie alle sapienti mani di Marco Scognamiglio svezzato alla scuola di Iapigio, si completa di ulteriori forme e nuovi sapori. Queste due creature si combinano magistralmente perché l’ospite viene lasciato libero di scegliere come deliziare il proprio palato: non solo qualità e accoglienza ma strategia vincente. E questo non lo diciamo noi, ma la loro storia…la storia di un gruppo di uomini che hanno saputo e sanno integrare perfettamente le rispettive competenze intrecciando anche le loro vite per assicurare a chi gli fa visita l’occasione di vivere un’esperienza multisensoriale da fotografare e narrare.

 

interno_veliero

L’interno de Il Veliero

 

Il primo capitolo del nostro racconto, allora, non può che avere inizio dalle origini. Il Veliero è il primo tassello di un mosaico del gusto in continua evoluzione. E il segreto di questo sodalizio ha un solo nome. Passione. Ci si nutre quotidianamente di una venerazione assoluta per i prodotti del territorio, si ricerca sempre il meglio che arriva dalle profondità marine, si sperimentano con curiosità proposte enogastronomiche inedite, si respira un entusiasmo coinvolgente e si tocca con mano un credo che non viene mai tradito. Quello di valorizzare ciò che di genuino madre natura dispensa generosa, dal mare all’orto, rispettando il cibo in quanto vivo senza eccessive manipolazioni e andando oltre le mode del momento, in un’esaltazione che celebra senza dubbio la dieta mediterranea ma che lascia in bocca il profumo verace e la consistenza di una freschezza che non ha prezzo. Comunque, non pensate sia tutto. Gli Esposito così come i Guariglia non hanno alcuna intenzione di fermarsi.

 

*Nella foto di copertina da sinistra Guido Guariglia, il sommelier Isidoro MendutoEnzo EspositoMarco Scognamiglio (chef di Osteria), Fabio Esposito e Luigi Iapigio (chef di Pescheria e Il Veliero)

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi