Le zeppole dell’Immacolata, la ricetta - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Le zeppole dell’Immacolata, la ricetta

Posted by

Zeppole dell’Immacolata. Non di san Giuseppe. Che pure sono un pilastro della tradizione dolciaria campana. Natale ormai è vicino. E i festeggiamenti cominciano proprio l’8 dicembre vale a dire domenica.

 

zeppole_immacolata

 

Oltre a cominciare i rituali di addobbo e decorazione della casa, c’è un’usanza non molto conosciuta che ci piace ricordare. Le zeppole dell’Immacolata per l’appunto. Le zeppole dell’Immacolata, del resto, piacciono a grandi e piccini e che vengono comunemente chiamate anche zeppole di Castellammare ma vengono preparate in tutta la Campania. Una ricetta semplice e molto veloce, da realizzare insaporendo con miele e confettini di zucchero colorati come predica la classica decorazione anche degli struffoli.

 

Gli ingredienti delle zeppole dell’Immacolata

500 g di farina 00, 200 g di miele, 2 cucchiai di zucchero, 1 cubetto di lievito di birra, acqua, anice, olio extravergine di oliva, sale, confettini colorati (diavulilli)

 

Il procedimento delle zeppole dell’Immacolata

La prima cosa da fare è stemperare il lievito in un bicchiere di acqua tiepida, quindi versiamolo un po’ alla volta sulla farina preparata su un piano da lavoro aggiungendo il sale. Lavoriamo il composto fin a quando non sarà diventato morbido ed elastico e copriamolo con un canovaccio inumidito per farlo lievitare almeno un paio d’ore o comunque finché non sarà raddoppiato di volume. A procedimento ultimato procediamo a formare le nostre zeppole dell’Immacolata e friggiamole in una padella con bordo alto con olio portato a temperatura. Quando ciascuna frittella sarà diventata dorata su entrambi i lati, facciamo colare l’olio in eccesso su carta assorbente. A parte, in un pentolino dedichiamoci all’acqua sciroppata con acqua, zucchero e miele. Immergiamo le nostre zeppole una per volta e, dopo averle sistemate in un bel vassoio, il tocco finale saranno i diavulilli, i piccoli e colorati confetti che arricchiranno il tutto. Se vi piace, spruzziamo un po’ di anice e serviamo.

 

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi