Macedonia di frutta, energia e vitamine - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Macedonia di frutta, energia e vitamine

Posted by

Macedonia… Eh sì. C’è chi si annoia a sbucciarsi la frutta e chi invece non ci pensa proprio. E allora come c’è di meglio di un cocktail colorato che si prepariamo con pazienza? Zero grassi, un pienone di vitamine, sali minerali e tanta, tantissima freschezza.

 

frutta

 

La macedonia di frutta ci assicura la giusta dose di energia per affrontare la giornata. Ma va benissimo anche per lo spuntino di metà mattina o nel pomeriggio quando lo stomaco può cominciare a brontolare. Ecco quindi qualche utile trucco su come fare una macedonia perfetta senza troppe difficoltà.

 

I segreti di una macedonia perfetta

1. La prima regola è scegliere solo frutta di stagione. Il sapore sarà migliore così come la croccantezza.

2. E attenzione a che la frutta sia matura allo stesso modo.

3. Poi creiamo un mix di colori e consistenze che renderanno la composizione più sfiziosa e gustosa già alla vista. Proprio per questo è bello tagliare la frutta delle stesse forme e dimensioni, in pezzetti non troppo grandi e di usare le diverse tipologie in modo uguale (o tutto a tocchetti o tutto a fettine).

4. Importante è anche il rapporto tra acidità e dolcezza: preferiamo frutta dolce e acida nella stessa percentuale,così eviteremo sapori predominanti.

5. Altro segreto per una macedonia perfetta è l’assenza di semi, noccioli, piccioli e della buccia.

6. E veniamo alla chiacchieratissima questione del limone. Non è indispensabile ma se lo aggiungiamo garantiremo una nota più frizzante alla nostra macedonia e, soprattutto, eviterà di far annerire la frutta.

7. Un tocco in più possono essere le spezie o le erbe aromatiche. Un’ottima soluzione è, ad esempio, la menta che dà colore, decora e dà un sapore e profumo particolari alla nostra macedonia.

8. Quanto alla dose di zucchero, usiamo il 10% del peso totale della frutta.

9. Dopo aver zuccherato, mescoliamo e mettiamo la ciotola, preferibilmente di vetro, in frigorifero ricoprendola con pellicola trasparente. Prima di servire la macedonia di frutta, però, ricordiamo di farla riposare per un po’ a temperatura ambiente, in modo da servirla fresca ma non fredda.

10. E se volessimo proprio strafare – magari dobbiamo chiudere un ricco e succulento pranzo domenicale in famiglia – completiamo con una base o un topping di yogurt o panna montata. La giusta dose di cremosità che incanta anche chi non ama la frutta.

 

 

La frutta secondo stagione

In inverno usiamo mandarini, arance, banane, kiwi e meloni; in primavera arance, ciliegie, fragole e kiwi; in estate abbiamo a disposizione albicocche, angurie, cachi, cocco, ciliegie, fichi, fichi d’India, fragole, lamponi, mandarini, mirtilli, more, meloni, pesche, ribes, susine e uva; mentre in autunno troviamo arance, kiwi, mandarini, meloni e uva. Ci sono poi dei frutti reperibili tutto l’anno, come mango, mele, pere, banane, ecc.

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi