Tarassaco, mille benefici in un’erba - Pianeta Gourmet - giornale su gusto e benessere

Tarassaco, mille benefici in un’erba

Posted by

Tarassaco? Praticamente uno sconosciuto. Certamente ci sarà capitato di vedere quei globi soffici e piumosi che chiamiamo soffioni. Ebbene, eccovi mister tarassaco che, oltre a farci intuire la tenerezza di madre natura, custodisce una miriade di proprietà salutari.

 

tarassaco

 

Magari lo abbiamo consumato in qualche insalata con olio extravergine di oliva, sale e aglio crudo tritato finemente, ma vale la pena di scoprire i suoi mille benefici. Molti di noi lo conoscono anche come dente di cane o anche di leone, stella gialla o capo di frate, girasole dei prati o barba del prete, ma non tutti sappiamo che i suoi fiori contengono sostanze proprietà antiossidanti che rinforzano il sistema immunitario e vengono utilizzati addirittura per produrre il Dandelion wine in Inghilterra.

 

Una cura di tarassaco in primavera

Il periodo ideale per approfittare del tarassaco e dei mille vantaggi che ci assicura è di sicuro la primavera perché è fondamentale per le sue proprietà purificanti ed è un valido aiuto per eliminare le sostanze tossiche accumulate nei mesi invernali. Il tarassaco combatte stress e inappetenza, è diuretico, leggermente lassativo ed antireumatico; poi ci aiuta a recuperare la funzionalità del fegato e a riacquistare l’appetito; come depurativo generale, inoltre, poiché favorisce la diuresi, è un toccasana per eliminare la ritenzione idrica e molti disturbi della pelle nonché articolari.

 

Tarassaco, ottimo per migliorare la digestione

Lo troviamo sotto forma di estratto secco o liquido o anche come succo ottenuto attraverso la spremitura delle radici e/o delle foglie. Se abbiamo problemi a smaltire il cibo che abbiamo mangiato, usiamo il tarassaco come tintura e i disturbi digestivi saranno solo un ricordo visto che stimola la secrezione dei succhi gastrici: la dose di prodotto solitamente consigliata è di 10-15 gocce da prendere fino a tre volte al giorno. Ancora, contribuisce a liberarci dei calcoli ed abbassa il colesterolo cattivo facilitandone l’espulsione attraverso le feci; quanto al diabete, il suo succo migliora la produzione di insulina da parte del pancreas mantenendo così stabili i livelli di zucchero nel sangue.

 

Più belle e giovani col tarassaco

Il tarassaco è magico sulla pelle dal momento che contiene una linfa bianca conosciuta anche come il “latte dei denti di cane”, rimedio naturale contro infezioni da microbi, verruche e funghi. È poi un coadiuvante miracoloso per la perdita di peso: è un prodotto ipocalorico perché 100 grammi di prodotto equivalgono a solo 45 calorie ed è ricco di composti antiossidanti che contrastano gli effetti nocivi dei radicali liberi prevenendo su tumori e malattie cardiovascolari. Inoltre, è un cibo ricco di betacarotene, quindi stimola la produzione di melanina l’abbronzatura e quindi è da considerare tra i cibi abbronzanti.

 

La ricetta: il decotto di tarassaco

Vi proponiamo due ricette facili e veloci per beneficiare delle proprietà del tassaraco. Per preparare un decotto di tarassaco, bastano 15 grammi di radici essiccate che dobbiamo far bollire per qualche minuto in un bicchiere di acqua che ovviamente avremo prima versato in un pentolino; facciamo riposare, filtriamo e beviamo. Frullando le foglie giovani con succo di pomodoro, invece, otterremo una bevanda da bere fredda altamente vitaminica, utilissima se siamo frequentatori abituali di palestre e centri sportivi.

 

 

I nostri consigli per raccogliere il tarassaco

Se sentiamo di avere il pollice verde, osserviamo con cura dove cresce e se lo vogliamo raccogliere facciamolo lontano da strade molto frequentate e centri abitati per evitare di consumare verdura inquinata. Le foglie più vecchie e le piante maggiormente esposte al sole sono le più amare.

 

 

Altri segreti sul tarassaco

Se non ci piace il sapore amaro di quest’erba, lasciamo le foglie a bagno di acqua pulita per qualche ora, avendo cura di sostituire l’acqua di ammollo più volte. Gli estratti di tarassaco, oltre ad essere impiegati da soli, possono essere usati in combinazione ad altre sostanze naturali per preparare tanti prodotti erboristici che combattono cellulite, obesità, colesterolo alto, problemi intestinali ed intossicazioni alimentari. La dose di tarassaco secco consigliata è di circa 5-10 grammi al giorno da assumersi per tre volte in un giorno.

Maristella Di Martino

Giornalista e scrittrice enogastronoma, sommelier e maestro assaggiatore di formaggi, è dottore di ricerca specializzato nella comunicazione enogastronomica e nel marketing territoriale (soprattutto nell'organizzazione di eventi). leggi tutto

commenta

Your email address will not be published.

Mostra
Nascondi